Inaugurato il Centro Nazionale di Ricerca in High Performance Computing, Big Data e Quantum Computing

È stato inaugurato, al Tecnopolo di Bologna, il nuovo Centro Nazionale di Ricerca in High Performance Computing, Big Data e Quantum (ICSC).

ICSC opererà a servizio dei seguenti settori strategici:

  • space economy
  • clima
  • fisica fondamentale
  • smart city
  • astrofisica
  • ambiente

Il Centro è finanziato su fondi Next Generation EU con 319.938.979,26 euro, nell’ambito della missione Istruzione e Ricerca coordinata dal MUR Ministero dell’Università e della Ricerca.

ICSC è organizzato su una struttura che prevede un hub con compiti di indirizzo, uno spoke infrastrutturale e dieci spoke tematici, dedicati alla ricerca scientifica e allo sviluppo tecnologico in aree ritenute di interesse strategico per il Paese per affrontare le prossime sfide e costruire un futuro sostenibile per la nostra società.

Le attività di ICSC potranno contare su un’infrastruttura di supercalcolo di tipo cloud datalake, grazie alla quale gli utenti, provenienti sia dal mondo della ricerca pubblica sia dal mondo imprenditoriale privato, avranno a disposizione risorse di calcolo virtualmente illimitate attraverso un sistema integrato e distribuito su tutto il territorio nazionale.

Inoltre, in aggiunta alla sua missione scientifica e tecnologica, in linea con le priorità trasversali del PNRR, il Centro, farà investimenti per favorire la valorizzazione delle carriere femminili e dei giovani e delle giovani, e il rilancio del Sud del Paese.